Statuto Provinciale             

                                                  

 

Home

    Meteo

 

 

 

5 per mille  alla        nostra Associazione

92011180038

 

 

                                                                                              

 

 

 

    

 

 

      

    

statuto Provinciale 2019.doc

 

                   statuto Provinciale 2019.doc                                                                            

REGOLAMENTO PROVINCIALE V.C.O.

Art 1 - GENERAL1TA'

Vale Statuto

Art 2 - FINALITA'-

Vale Statuto

Art 3- RAPPRESENTANZA -

Vale Statuto

Art 4 - STENDARDO -

Lo Stendardo sarà formato da:

a) Drappo tricolore quadrate 60 x 60, contornato da frangia dorata e senza alcun stemma o scritta all'interno:

b) Nastro azzurro da appendere all'asta con le seguenti diciture lungo le fasce :

1° fascia su due righe e lettere rivolte verso l'alto:

(lettere alte cm 3 ) ASS.NE NAZ.LE VIGILI DEL FUOCO
(lettere alte cm.2 ) DEL CORPO NAZ.LE VV.F.
2° fascia su di una riga e con lettere rivolte verso il basso;

(lettere alte cm.4 ) SEZIONE DI VERBANO CUSIO OSSOLA
oppure SEDE LOCALE Dl....( + il nome del Comune della Sede)

c) Asta divisibile in tre pezzi completa di puntale a lancia con, da entrambi i lati. lo stemma a fiamma dorata del Corpo Nazionale.

Lo Stendardo dell'Associazione Nazionale, e tenuto dal Presidente Nazionale. Quelli della

D.G.P.C.e S.A., delle S.C.A., del C.S.E., e delle Sezioni Provinciali sono tenuti dai rispettivi Presidenti presso le proprie Sedi , o in mancanza di queste, presso le proprie abitazioni e sotto la propria responsabilità.

Lo Stendardo, sostenuto da un Alfiere con Rappresentanza di due Soci, partecipa alla cerimonia perla ricorrenza della festività di S.Barbara e alle altre manifestazioni ufficiali del C.N.VV.F. previe intese con il Comando di appartenenza e secondo il cerimoniale previsto per l’occasione, nonché a tutte le manifestazioni organizzale dalle Associazioni d'Arma.

Su richiesta dei familiari o per volontà espressa dal socio prima della sua morte, lo Stendardo presenzia al rito funebre .

Per tutte le altre occasioni non contemplate, l’uso dello Stendardo dovrà essere autorizzato, con richiesta scritta al Coordinatore Regionale o alla Direzione Nazionale.

E' ammesso l’uso del Fax.

Art 5 -ABITO SOCIALE -

L abito sociale potrà essere indossalo in tulle le manifestazioni ufficiali dell'Associazione. siano esse locali, provinciali, nazionali o internazionali.

In particolare nelle manifestazioni cui partecipa lo Stendardo, è consiglialo alla Rappresentanza D'Onore indossare l’abito sociale.

L'abito è stato definito in giacca bleu scuro, pantaloni grigio medio ( gonna per le signore )
camicia azzurra, cravatta con fiammette e distintivo da taschino.( come da disegno allegalo) facoltativo un cappello bleu scuro tipo borsalino.

Art 6 -SOCI-

Per acquisire la qualità di Socio, 1'interessato deve presentare alla Sezione competente per territorio:

a) Domanda su apposito modulo prestampato dalla Direzione Nazionale;

b) Tre fotografie formato tessera;

c) Versare la quota annuale stabilita dalla Sezione Provinciale.

Qualora il Comitato Provinciale respingesse la domanda, deve dame comunicazione all'interessalo indicando il motivo del rigetto; la detta comunicazione dovrà inviarsi al domicilio indicate sul modulo di domanda. Copia di tutti i provvedimenti di non ammissione dovrà essere inviata dalla Sezione Provinciale alla Direzione Nazionale.

Contro il provvedimento del Comitato Provinciale, 1'interessato può ricorrere alla DirezioneNazionale entro 30 giorni dalla data di notifica del provvedimento stesso.

Qualora cessino le cause che impedivano 1'ammissione a Socio, ovvero intervenga un fatto nuovo rilevante agli effetti di quanto previsto dallo Statuto, la domanda può essere nuovamente proposta.

II Socio e tenuto a comunicare alla Sezione presso cui e iscritto l’eventuale cambiamento di residenza. Qualora il Socio porti la propria residenza fuori dalla circoscrizione può presentarsi alla nuova Sezione esibendo il certificato di residenza e chiedendone il trasferimento.

La Sezione nella cui circoscrizione il Socio si e trasferito provvede a darne comunicazione alla sezione di provenienza e a richiedere alla stessa 1'invio della cartella personale del Socio medesimo.

Art 7 - SOC1 D'ONORE-

I Soci D'Onore, oltre che nell’Albo Nazionale, verranno iscritti d'ufficio anche presso le Sezioni competenti per territorio e lo saranno a vita .

Le persone di cui al paragrafo d) dell'art. 7 dello Statuto sono in ordine di precedenza; coniuge, figli, genitori, fratelli, sorelle. E’ escluso ogni altro grado di parentela.

L'iscrizione del Socio d'Onore e a carico della Sezione proponente.

Art 8 - SOCI BENEMERITI-

Eccezionalmente si potrà nominare Socio Benemerito anche persona esterna al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, purché in regola coi requisiti morali e che veramente abbia dato un contributo sostanziale allo sviluppo dell’Associazione. Questa ultima categoria di Soci non potrà accedere alle cariche sociali nazionali. In tutti i casi, resta obbligatoria la relazione scritta e motivata e il pagamento della quota sociale annuale.

Art 9 – SOCI EFFETTIVI-

Nel rispetto e in osservanza al motto latino dell'Associazione " F1RMISSIMA EST INTER PARES AMICITIA" che tradotto significa "solidissima è 1'amicizia fra pari" e poiché non vi è dubbio che una volta posti in congedo si è tutti nella stessa posizione di parità, si intendono Soci Effettivi tutti coloro che sotto qualsiasi forma o grado, o qualifica, o mansione o altro, sono stati alle dipendenze o fanno parte, (indipendentemente dalla durata del rapporto) del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco o di una qualsiasi delle sue Strutture. Gli ex Vigili Volontari Ausiliari, poiché attualmente vengono automaticamente iscritti nei quadri del personale Volontario, e quindi considerati personale in servizio fino a 45 anni. Qualora per vari motivi fossero cancellali prima dei 45 anni di età, e purché la cancellazione non dipenda da espulsione, si potrà procedere all'iscrizione.

Art 10 - SOCI SOSTENITORI-

I Soci Sostenitori possono partecipare alle votazioni e ricoprire cariche sociali solo nell’ambito Provinciale

Art 11 -STRUTTURE DI BASE -

Vale Statuto

Art 12 - ORGANISMI SOCIALI –

Vale Statuto

 

Art 13 - ASSEMBLEA DEI SOCI -

1) II voto espresso in modo palese con alzata di mano, può essere adottato e sarà valido per l’approvazione dei più disparati argomenti, salvo i casi riguardanti singole persone, allorché si deve procedere con voto segreto espresso mediante scheda.

2) Con mozione d’ordine approvata dalla maggioranza semplice dei votanti può procedervi a
votazione segreta anche per altri casi, pur non riguardanti singole persone.

Art 14 - COMITATO PROVINCIALE -

Il Comitato Provinciale è eletto dall'Assemblea dei Soci e sarà composto dai 7 (sette) Soci, ( o solo 5 cinque per le Sezioni piccole), che nelle votazioni appositamente indette avranno ottenuto il maggior numero di voti.

L'assegnazione delle varie cariche avverrà con votazione interna al Comitato stesso procedendo con il seguente ordine:

a) Votazione per il Presidente Provinciale

b) Votazione per il Segretario Provinciale

c) Votazione per l’Economo Cassiere

d)Votazione per il Vice Presidente Provinciale

e) Votazione per il Vice Segretario Provinciale

f) Votazione per il 1 ° Consigliere (per i Comitati da 7 componenti )

g) Votazione per il 2° Consigliere ( per i Comitati da 7 componenti)

In caso di parità dei voti ottenuti da due candidate se non vi e espressa rinuncia da parte di uno dei due, la nomina in carica sarà attribuita al più anziano in età.

Le votazioni, sia quelle dell'Assemblea dei Soci che quelle interne al Comitato per la suddivisione delle varie cariche, dovranno avvenire a mezzo scheda.

II Comitato Provinciale cosi votato resta in carica 4 anni.

Qualora uno o più componenti del Comitato Provinciale si dimettano, ovvero siano

nell’impossibilita di esercitare le proprie funzioni, il Comitato Provinciale provvederà alla loro sostituzione con i Soci che, nella elezione per il Comitato Provinciale stesso immediatamente precedente, abbiano riportato il maggior numero di voti dopo gli eletti.

Esaurita la disponibilità di tali Soci, il. Comitato dovrà integrarsi con altri Soci che abbiano irequisiti previsti dallo Statuto.

Detti Soci fanno parte del Comitato Provinciale in piena parità di diritti con gli altri componenti fine all’Assemblea dei Soci che il Presidente Provinciale dovrà convocare entro 30 giorni dalla cooptazione.

L'Assemblea provvederà a ratificare la cooptazione con il voto, ovvero, in caso di mancata approvazione, ad eleggere seduta stante altri Soci in sostituzione dei posti vacanti.

Perdono la qualità di componenti del Comitato Provinciale coloro che non intervengono, senza giustificato motivo, a 3 sedute consecutive.

Il Comitato Provinciale preso atto della decadenza dovrà darne comunicazione, entro dieci giorni all’interessato mediante lettera raccomandala.

I Componenti del Comitato Provinciale decaduti dalla carica saranno sostituiti con la medesima procedura prevista dai commi precedenti per i componenti dimissionari. Coloro che sono stati chiamati a far parte del citato organismo sociale scadranno dal loro mandato contemporaneamente a quelli dell'Assemblea triennale.

II Presidente Provinciale dovrà comunicare alla Direzione Nazionale, entro 30 giorni, tutte le
modifiche che dovessero intervenire negli Organismi Provinciali.

Art 15 - IL PRESIDENTE –

Il Presidente Provinciale rappresenta la Sezione Provinciale in tutte le occasioni e manifestazioni sociali, sia nazionali che internazionali ed anche nel caso in cui la Sezione stessa debba stare in giudizio.

Il Presidente Provinciale promuove, di concerto con il Segretario Provinciale, tutte le iniziative che ritiene siano utili al raggiungimento delle finalità statutarie dell'Associazione.

Il Presidente Provinciale partecipa assieme al Segretario Provinciale alle Assemblee Regionali.

Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in caso di sue dimissioni, assenza o impedimento.

Art l6 - COLLEGIO DEI REV1SORI DEI CONTI -

Il controllo di competenza del Collegio Revisori dei Conti è diretto ad accertare che ogni entrata ed uscita della Tesoreria Provinciale. corrisponda a precisa registrazione contabile e sia giustificata da idonea documentazione, contenente le indicazioni degli elementi, atti ad individuare il titolo dell'operazione.

Art 17 - PATRIMONIO SEZIONE PROVINCIALE -

Vale Statuto

Art 18 – NORME DISCIPLINARI –

Vale Statuto

Art 19 – CESSAZIONE DA SOCIO -

Vale Statuto

Art 20 – SCIOGLIMENTO DELLA SEZIONE PROVINCIALE -

Vale Statuto

Art 21 – FORO COMPETENTE -

Vale Statuto

Art 22 – MODIFICHE ALLO STATUTO -

Copia dello Statuto e del Regolamento Provinciale adottati o modificati dovranno essere trasmessi alla Direzione Nazionale entro 30 giorni dall’avvenuta modifica.

Art 23 – REGOLAMENTO -

Vale Statuto

 

 

Associazione Nazionale Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale Sezione del VCO  -  codice fiscale 92011180038  sostieni l'Associazione con  il " 5 x mille ".